Calendario eventi

Val Calnegia (Val Bavona - CH/TI)
Giovedì, 06 Giugno 2024
Visite : 186

15° GITA – Giovedì 6 giugno – Val Calnegia (Val Bavona - CH/TI)

Ritrovo: Piazzale Stadio ritrovo ore 6.00; partenza ore 6.15.

Fermate: Cimitero di Belforte ore 6.30.

Mezzo di trasporto: pullman

Difficoltà: E

Dislivello: salita e discesa 500 m.

Altezza massima: 1108 m.

Tempo di percorrenza: 5.45 ore.

Tipologia: Andata e ritorno.   

Acqua sul percorso: SI

Equipaggiamento: di media montagna, consigliati i bastoncini.

Accompagnatori: Ambrosetti Enrica Tel. 3473640468 e Rizzi Maria Chiara Tel. 3341904970    

Quote: Soci da 24€ a 30€ , secondo il numero dei partecipanti (minimo 36), non Soci +13€

Documento per espatrio: SI

Nota: Escursione in Val Calnegia, lungo la Via della Transumanza, antico percorso usato dagli alpigiani per portare il bestiame dal fondovalle agli alti pascoli. La Val Calnegia è un ambiente davvero interessante da scoprire, tra scenari naturali selvaggi e le testimonianze dell’operosità e ingegno della popolazione locale. Un territorio molto angusto e quasi inospitale, tra le valli più sassose dell’intero arco alpino. Eppure qui l’uomo riuscì a stabilirsi e a sopravvivere, basandosi sull’agricoltura e sull’allevamento. Particolarità sono le costruzioni abitative realizzate sotto enormi massi di pietra, i cosiddetti “splüi”.

Descrizione itinerario

Percorso stradale: Varese – Valico Gaggiolo – Mendrisio – Autostrada – Uscita dall’autostrada a Bellinzona Sud direzione Locarno – Piana di Magadino – Locarno – Pone Brolla – Direzione Valle Maggia – Maggia – a Bignasco girare a sinistra per la Val Bavona e proseguire fino a Feroglio.

Itinerario: Arrivando a Feroglio (697 m.), punto di partenza dell’escursione, si nota subito a sinistra l’imponente cascata. Si attraversa il ponte e si prende il sentiero dietro il ristorante che porta al cospetto della spettacolare cascata (salto di 100 m.). Si ritorna in paese e si prende il sentiero che sale rapidamente nel bosco sul lato sinistro della cascata. Con la compagnia del fragore della cascata si sale un’ardita scalinata, ben protetta da corrimano, e si raggiunge il tratto pianeggiante che porta a Puntid (890 m.). Superate alcune baite, un tratto boschivo porta ad una radura dove, addossata alle pareti di roccia c’è la Splüia Bèla, la costruzione sotto roccia più famosa del Ticino, edificio ad uso agricolo-abitativo, in cui viveva il pastore e trovava riparo il bestiame. Si attraversa un ponte e si riprende il sentiero che prosegue su dolci pendenze fino ad un ulteriore ponte (1037 m.) al di là del quale si raggiunge la piana di Gerra (1045 m.), con le belle baite e gli enormi massi. Si torna al ponte e si prosegue sul sentiero che con lievi saliscendi arriva alle baite di Calnegia (1108 m.), meta della gita. Dopo la pausa pranzo, per il ritorno si ripercorre l’itinerario della salita, salvo il tratto che all’andata era stato bypassato per andare alla Splüia Bèla. A Puntid si possono osservare le vasche scavate dal torrente impetuoso, che anticipano il grande salto dell’acqua. Si attraversa il particolare ponte in pietra e si ridiscende a Feroglio al parcheggio.

 

Iscriviti alle newsletters

Contatti

Via Speri della Chiesa, 12  - Varese (VA)  
Tel/Fax: 0332289267
E-mail: caivarese@caivarese.it