Calendario eventi

TREKKING IN FRIULI
Venerdì, 23 Agosto 2024, 07:00
a Lunedì, 26 Agosto 2024
Visite : 617
Contatto  : Federico Piatti, Cristian Vecchi

Descrizione dell’itinerario:

Itinerario ad anello che raggiunge alcune cime carniche che si stagliano a fianco delle sorgenti del Piave, a cavallo tra Friuli, Veneto e Austria, in luoghi che furono teatro della Prima Guerra Mondiale.

 

1° giorno (disl. 300 mt.↑)

Partenza da Varese con destinazione intermedia Vittorio Veneto, dove potremo pranzare liberamente e visitare il Museo della Battaglia (facoltativo). Dopo pranzo, raggiunta e superata Sappada (UD), si sale fino al rifugio Sorgenti del Piave (1830 mt), dove si può parcheggiare l’automobile. Con un percorso di poco più di 300 mt di dislivello, si raggiunge, in circa un’ora a piedi, il rifugio Pier Fortunato Calvi (2164 mt), dove si cena e pernotta.

2° giorno (disl. 500 mt.↑)

L’indomani la meta è il monte Avanza (2481 mt), per raggiungere il quale ci sono due alternative: dal rifugio, per sentiero, si arriva al passo Sesis (2367 mt) e poi al passo dei Cacciatori. Da questo passo, ci si inoltra fino alla cima del monte Avanza (2481 mt). Altrimenti, prima di giungere al passo dei Cacciatori, si può salire dal rifugio, tramite la via ferrata delle Trincee che sale da nordest, al monte Chiadenis (2490). Da qui poi si discende sfruttando la via ferrata CAI Portogruaro che scende in direzione sudovest verso il passo dei Cacciatori. Dal passo si prosegue per la cima del Monte Avanza. Il rientro avviene per sentiero (prima alternativa di salita) fino al rifugio Calvi, dove si cena e pernotta.

3° giorno (disl. 950 mt.↑)

In questa giornata si punta il monte Peralba (2694). Anche in questo caso è possibile scegliere tra due possibili salite: procedere per la breve ferrata Sartor (circa 100 mt di dislivello); oppure risalendo al passo Sesis, tramite la via del Papa (sentiero percorso da papa Giovanni Paolo II nel 1988). Di qui si raggiunge la cima, dalla quale si scende per la cresta ovest che presenta alcune catene e qualche passo di disarrampicata semplice. Finita la cresta, si arriva direttamente al rifugio Sorgenti del Piave, dal quale ci si riporta al rifugio Calvi, dove si cena e pernotta.

4° giorno

Giunti alla macchina, si scende a Sappada, dove potremo pranzare liberamente e visitare il Piccolo Museo della Grande Guerra (gratuito). Poi si farà ritorno a Varese.

Difficoltà Vie Ferrate

Per chi intraprende le ascensioni tramite le vie ferrate presenti, oltre a ricordare di portare con sé kit da ferrata, casco e imbrago, è importante prendere cognizione delle difficoltà tecniche.

Ferrata delle Trincee e Ferrata CAI Portogruaro: difficile, 4 ore (solo le ferrate)

Ferrata Sartor: media difficoltà, 1.5 ore (solo ferrata).

https://www.vieferrate.it/pag-relazioni/relazioni-regione-veneto/76-alpi-carniche/66-cai-portogruaro.html

https://www.ferrate365.it/vie-ferrate/ferrata-chiadenis-cai-portogruaro/ 

https://www.ferrate365.it/vie-ferrate/ferrata-sartor-peralba/

  • Ritrovo e partenza ore:                      piazzale a lato di via Foresio 7.00
  • Viaggio:                                              auto proprie
  • Quote partecipazione:                       soci € 250 ca (viaggio 90 + mp rifugi 160)
  • Difficoltà:                                            EE (tratti tecnicamente impegnativi ed esposti) / EEA – D e MD per le ferrate.
  • Informazioni e iscrizioni:                    in sede presso Federico Piatti, Cristian Vecchi. La partecipazione è riservata ai Soci Cai. Numero massimo di partecipanti limitato dalla capienza dei rifugi.
  • Attrezzatura e abbigliamento:            adatti alla stagione e alla quota di medio/alta montagna (si consideri che si camminerà tra i 1500 e oltre i 2700 mt.). I pernottamenti avverranno in rifugi, con trattamento di mezza pensione. Indispensabili il sacco lenzuolo, le ciabatte e i prodotti per l’igiene personale. Utile una torcia elettrica. Pe r chi ha intenzione di percorrere le ferrate, set da ferrata omologato (imbrago, sistema di dissipazione omologato, casco, guanti da ferrata), si consiglia di portare un cordino o una fettuccia chiusa ad anello e un moschettone a ghiera. Per gli altri occorrono uno spezzone di 5/7 mt di cordino da 7/8 mm diametro, due spezzoni da 3 mt di cordino da 6 mm di diametro e due moschettoni con ghiera a molla. Da non dimenticare: copertura impermeabile per noi e per lo zaino, occhiali da sole, crema solare. Ulteriori eventuali aggiornamenti verranno forniti in prossimità della data di partenza.

ATTENZIONE: ISCRIZIONI ANTICIPATE NELLE SERATE DEL 2, 9 e 12 luglio, si accolgono dietro versamento di caparra di 50€.       

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.              

 

Luogo  : Sappada 1245 mt. - UD

 

Iscriviti alle newsletters

Contatti

Via Speri della Chiesa, 12  - Varese (VA)  
Tel/Fax: 0332289267
E-mail: caivarese@caivarese.it